QUANTO COSTA UN DIVORZIO?

NULLA:

il divorzio è completamente gratuito per il cittadino che può beneficiare del gratuito patrocinio.

L’Istituto è previsto per garantire anche a coloro che hanno un reddito inferiore ad euro 11.493,82 di poter accedere ad una difesa legale.

Per i requisiti si può agevolmente consultare la pagina del Tribunale di Milano alla quale si rimanda.

Tribunale di Milano gratuito patrocinio

L’Avv. Claudia Lantieri non è iscritta nelle liste del gratuito patrocinio.

 

16 EURO

In Comune costa 16 euro. Ci si presenta davanti all’Ufficiale di Stato Civile, si rende la dichiarazione e si paga un bollo.

Ovviamente non vi devono essere condizioni, figli, immobili o patrimoni da dividere.

Deve essere consensuale, cioè deve essere manifestata la volontà di entrambi di sciogliere il vincolo coniugale.

Nel caso invece in cui debbano essere disciplinati gli aspetti della vita familiare, affidamento figli, mantenimento, casa di famiglia, è necessario andare in Tribunale ovvero optare per la negoziazione assistita.

 

IN TRIBUNALE:

La difesa tecnica è obbligatoria.

Si può scegliere il medesimo avvocato oppure uno per ciascuna parte

In questo caso quali sono i costi? Quanto si spende per un divorzio consensuale o giudiziale?

Dipende dai casi.

Molti siti promettono divorzi low cost senza considerare che il tempo che si deve dedicare è differente in base alle esigenze dei clienti. Non è possibile standardizzare i casi e non è possibile pensare di dedicare poco tempo per definire tutti gli aspetti, anche quelli di natura patrimoniale, di una relazione sentimentale.

Occorre anche considerare che l’offerta di prestazioni professionali a prezzo irrisorio costituisce violazione dei precetti deontologici del decoro e della dignità della professione forense (CNF 244/2017).

L’Avvocato non lavora gratis e non è pensabile richiedere consigli gratis.

Si può andare dal medesimo avvocato che provvederà a redigere il ricorso sulla base delle richieste dei clienti, consigliare quali accordi prendere nell’interesse dei figli, in base all’età degli stessi e delle loro esigenze.

Per far tutto ciò occorre prevedere un primo appuntamento conoscitivo per esporre la propria situazione e manifestare le proprie esigenze. Tutto ciò non può essere circoscritto ad un tempo predefinito.

Analogamente, in caso di divorzio giudiziale è necessario dedicare del tempo per bilanciare le richieste, esaminare i documenti, comprendere le ragioni del cliente.

 

Per avere un preventivo dettagliato potete contattare l’Avv. Claudia Lantieri al 338.9660844.