Login Form

ASSEGNO DI MANTENIMENTO

Cassazione 26594 del 18 ottobre 2019

La Cassazione con sentenza 26594/2019 non riconosce un assegno divorzile alla moglie, ancora giovane, che ha deciso di licenziarsi da un lavoro che le assicurava reddito, in quanto l’impossibilità di procurarsi i mezzi adeguati di cui all’art. 5 della legge sul divorzio non dipende da incapacità lavorativa o da fattori esterni, bensì dalla libera scelta della ex moglie.

Cass. 26594/2019

SPESE CONDOMINIALI

Cassazione 24925 del 7 ottobre 2019

Secondo la Cassazione i criteri di ripartizione delle spese condominiali, stabiliti dall'art. 1123 c.c., possono essere derogati, come prevede la stessa norma, e la relativa convenzione modificatrice della disciplina legale di ripartizione può essere contenuta sia nel regolamento condominiale (che perciò si definisce "di natura contrattuale"), ovvero in una deliberazione dell'assemblea che venga approvata all'unanimità, o col consenso di tutti i condomini

Cass. 24925/2019

MODIFICA ASSEGNO DI MANTENIMENTO

Cassazione 23024 del 16 settembre 2019

La Cassazione stabilisce che, stante la retroattività della decisione giudiziale di riduzione dell'assegno di mantenimento al momento del deposito della domanda di modifica delle condizioni, le somme già versate non sono ripetibili e quelle non versate non sono più dovute.

pdf3  Cass 23024/2019

 

DANNI E GARANZIA

Cassazione 24210 del 30 settembre 2019

La Cassazione stabilisce che in tema di assicurazione contro i danni, l'inosservanza, da parte dell'assicurato, dell'obbligo di dare avviso del sinistro, secondo le specifiche modalità previste da clausola di polizza, non può implicare, di per sè, la perdita della garanzia assicurativa, occorrendo a tal fine accertare se detta inosservanza abbia carattere doloso o colposo, dato che, nella seconda ipotesi, il diritto all'indennità non viene meno, ma si riduce in ragione del pregiudizio sofferto dall'assicuratore, ai sensi dell'art. 1915 c.c., comma 2.

Cass 24210/2019

SEPARAZIONE LAMPO A TORINO

Il Presidente del Tribunale di Torino Dott. Terzi ha fissato 179 udienze di separazione in una mattina.

In pochi minuti le coppie sono uscite dall'aula con il provvedimento in mano.

Grazie al processo telematico, alla collaborazione dei legali e del personale degli uffici, ormai a Torino vengono fissate udienze di separazione e divorzio consensuale entro 60 giorni dal deposito del ricorso.

La Stampa

 

FINE VITA E PUNIBILITA'

La Corte Costituzionale ha ritenuto non punibile chi agevola il suicidio sempre che ricorrano determinate condizioni: l'irreversibilità della patologia fonte di sofferenze psicologiche o fisiche e l'autodeterminazione del soggetto tenuto in vita.

In attesa delle determinazioni del Parlamento sul punto e della stesura della sentenza la Corte ha pubblicato un comunicato.

pdf3       Corte Costituzionale

 

UNA TANTUM IN SEPARAZIONE

Cassazione 22401 del 6 settembre 2019

La Corte di Cassazione ribadisce il concetto secondo cui sono nulli gli accordi presi in sede di separazione con il versamento di una tantum onde evitare di  dover versare un assegno di divorzio.

Nel caso in cui il coniuge beneficiario della somma non sia autosufficiente il Giudice potrà ben disporre il versamento di un assegno di mantenimento divorzile.

pdf3  Cass 22401/2019