IMPUGNAZIONE DELIBERA ASSEMBLEA

Le delibere assembleari se non rispettano i requisiti richiesti dalla legge possono essere impugnate. Da chi ed entro quanto tempo? Per poter rispondere a questa domanda semplificando estremamente il concetto occorre distinguere tra delibere nulle e delibere annullabili.

 

Delibere nulle

Secondo l’insegnamento della Corte di Cassazione (Cass. Sezioni Unite 4806/2005) sono nulle le delibere prive degli elementi essenziali, le delibere con oggetto impossibile o illecito (contrario all'ordine pubblico, alla morale o al buon costume), le delibere con oggetto che non rientra nella competenza dell'assemblea, le delibere che incidono sui diritti individuali sulle cose o servizi comuni o sulla proprietà esclusiva di ognuno dei condomini, le delibere comunque invalide in relazione all'oggetto.

Le delibere nulle possono essere impugnate in ogni momento da chi vi ha interesse e non produce effetti giuridici.

 

Delibere annullabili

Sempre secondo la Suprema Corte (Cass. Sezioni Unite 4806/2005) sono annullabili le delibere con vizi relativi alla regolare costituzione dell'assemblea, quelle adottate con maggioranza inferiore a quella prescritta dalla legge o dal regolamento condominiale, quelle affette da vizi formali, in violazione di prescrizioni legali, convenzionali, regolamentari, attinenti al procedimento di convocazione o di informazione dell'assemblea, quelle genericamente affette da irregolarità' nel procedimento di convocazione, quelle che violano norme che richiedono qualificate maggioranze in relazione all'oggetto.

In questo caso il termine per proporre impugnazione è di 30 giorni che decorre dalla data di deliberazione per i dissenzienti o astenuti e dalla data di comunicazione della delibera per gli assenti. L’impugnazione non sospende l’efficacia della delibera salvo che il Giudice non disponga in questo senso.

 

La giurisprudenza è comunque in continua evoluzione nonostante l'intervento delle Sezioni Unite. Per prudenza quindi si rende opportuno procedere entro i termini di trenta giorni previo avvio della mediazione obbligatoria prevista per questo titpo di controversie.

 

Lo studio dell’avvocato Lantieri applica le tariffe previste dal DM 55/2014 e successivi aggiornamenti e predispone un preventivo scritto al cliente per consentirgli di conoscere gli importi da corrispondere a titolo di onorari e di spese vive, nonché i tempi di versamento.

In caso di affidamento di più pratiche allo studio verranno predisposti preventivi agevolati.

 

 

Contatta senza impegno l'Avvocato Claudia Lantieri al 338.9660844

oppure compila il form che trovi accanto

Contattaci

Compila questo modulo per richiedere informazioni o preventivi. Sarai ricontattato prima possibile.
Acconsento al trattamento dei dati secondo la normativa sulla privacy
L'invio di questo modulo, implica il consenso al trattamento dei dati secondo la normativa sulla privacy.